Alberobello

travel list

Entrata a far parte del Patrimonio dell' UNESCO, Alberobello è una città unica al mondo nel suo genere, con i caratteristici trulli.

La città dei Trulli

La storia della cittadina inizia nella seconda metà del XVI secolo, quando, sotto il dominio dei Conti Acquaviva, i contadini sono autorizzati a costruire abitazioni “a secco” dove trasferirsi per meglio gestire la zona, allora chiamata della “Selva”. Alberobello è tornata libera nel 1797.

Oggi la città di Alberobello attrae visitatori di ogni parte del mondo per via delle sue caratteristiche abitazioni a cono rovesciato, realizzate senza collante che, diroccate su una piccola altura, scendono fino in pianura, descrivendo un paesaggio d’altri tempi. E’ senz’altro da vedere ad Alberobello il Trullo Sovrano, la cui costruzione risale alla seconda metà del ‘700. Un tempo sede della confraternita e delle reliquie dei Santi medici Cosma e Damiano, conserva una struttura a due piani. Fedelmente ristrutturato, oggi è aperto al pubblico. Del Rione Aia Piccola fanne parte circa 400 trulli, disposti uno accanto all’altro, tanto da offrire a chi arriva qui l’idea del vecchio borgo medievale di un tempo.

Il famoso Rione Monti di Alberobello comprende circa 1000 trulli collocati su strade molto strette e suggestive, che partono dall’esterno della Chiesa di S. Antonio, anch’essa a forma di trullo. Il nucleo originario della Basilica dei SS. Cosma e Damiano è stato costruito in stile neoclassico intorno al 1885. La facciata esterna è stata completata in seguito. Oggi il santuario ospita al suo interno le statue dei due protettori della città e numerosi altri affreschi.